il ponte del Futuro e la 132

la Fiat 132 seconda serie

La 132 arrivò in un periodo non proprio bello, per l’Economia e per l’Automobile, in senso esteso.

Sarebbe bello, scontato e banale quanto basta, e non si sa mai quanto effettivamente basti, parlare di Crisi Petrolifera, di Austerity, di tutti i modelli cancellati dopo il 1973 e via discorrendo, ma è più rispettoso lasciare questo onere ai musei dell’Auto con sedi in ex città dell’Auto, o ai soliti giornali. Soprattutto perché questo non è un giornale (per ora), e nemmeno un blog. 

la prima 132: si dice sia stata disegnata durante un CdA. Cosa probabile.

Come la 132 non fu un’ammiraglia, e nemmeno una berlina media.

La 132 è un simbolo, quindi vale molto di [...]

Fiat Uno 1983

“ Lory, allora tieniti pronto per le tre e mezza che passo a prenderti e andiamo a Cuneo”.

Risposta di Lorenzo: “Cuneo? Ma perché a Cuneo?”


Si, a Cuneo, per la 45.
Eh sì, perché ci ha provato l’amicone Lorenzo, a portarmi a Bologna. Mi avrebbe portato anche in spalla, con la scusa di mangiarci insieme le lasagnette, fino laggiù.


“Quello che vuoi è una 850 sport coupè !” , e mi aveva convinto così tanto che l’avevo già soprannominata puffetta, dato il colore.
Targa nera, rigorosamente BO, da ristampare il libretto, perduto anni fa. Buon prezzo.

E invece mi ritrovo la mattina presto, ancora stravolto dall’alcool della sera prima, e dopo aver passato la nottata a Castelletto spianata a casa di un amico, sulle cime di Creto per una camminata voluta e imposta dal mio amico “del centro”.


“Frè” apostrofo così il folle Olmo, “ricordati che però io devo partire alle tre per Bologna [...]

Non così amata e ricordata nostalgicamente come la Fiat Uno, la Fiat Tipo rimane comunque una parte importante del trascorso automobilistico italiano.

Quest’oggi si parla in particolare del modello Sedicivalvole, la versione un po’ più “sportiva” (o meglio dire sportiveggiante) della Tipo, facilmente riconoscibile dalla scritta rossa posta sul portellone e dai particolari rossi sui paraurti: metto sportiva tra virgolette perchè non è considerabile tale, dato che era stata pensata e creata per un mercato dedicato più alle famiglie. In passato veniva comparata con Nissan Sunny GTR, Volkswagen Golf II e Ford Escort III ma, secondo me, doveva essere messa a confronto con Renault 19 16v; questo perchè erano auto molto spaziose e comode dotate di un motore interessante mentre, i modelli citati prima, erano più compatti e rigidi, portandoli ad essere molto più sportivi e, perciò, appartenenti ad una categoria di mercato differente.

Proclamata “Auto dell’anno” nel 1989 per le sue innovazioni tecnologiche, [...]

Dopo una vita di successi e vendite copiose in ogni angolo del pianeta, la Volvo “Serie 200”, nata nel ’74 come approfondito restyling della precedente “Serie 100”, era un vero e proprio fenomeno automobilistico: continuava a vendere nonostante le linee fossero oltremodo demodè, e il rapporto prestazioni – consumi ormai inadeguato rispetto alla concorrenza. Però continuava a vendere bene, soprattutto nelle versioni station wagon, vero e proprio status symbol: costose, spaziose, semplicemente indistruttibili. Così nel 1989, quando la gamma venne semplificata alla sola disponibilità della versione station wagon, nacque solo per l’Italia la “Polar”, in pratica una 240 Station Wagon con finiture semplificate e motore due litri a benzina da 116 cv.

L’idea del nome “Polar” viene all’allora responsabile marketing di Volvo Italia Andrea Fornasero, che ripensa ad una vacanza in Svezia con una 245 SW che trainava una roulotte di costruzione svedese chiamata, per l’appunto, Polar. E per tenere fede allo spirito avventuroso con [...]

Fiat Uno Turbo

Anche tu sogni di tornare al mercato automobilistico di 20/30 anni fa? 

Se la risposta è si ti troverai d’accordo (almeno in parte) con questo articolo.

Se, al contrario, reputi che il presente automobilistico sia di gran lunga migliore del passato, ti invito a continuare la lettura così da darmi un’occasione per farti riflettere.

Benefici dello sviluppo e della tecnologia

Assolutamente indiscutibili sono le evoluzioni avvenute negli utlimi 30 anni nel campo automobilistico sotto il punto di vista della sicurezza: airbag, telai più resistenti e montanti più spessi sono quelli più facili da individuare. Ma anche il comfort ha subito una vasta trasformazione come ad esempio finestrini elettrici, aria condizionata, computer di bordo, monitoraggio continuo di pressioni, livelli ecc.

Perciò non è tutto negativo.

Ma voglio illustrarti alcuni punti per cui reputo che il “vecchio” sia comunque migliore.

Semplicità delle auto

Il più lampante a mio parere, dato che basta aprire il cofano motore per [...]

    Back to top